un’oasi di biodiversità
25 gennaio 2018

Ai piedi della Villa Medicea di Poggio a Caiano, di recente diventata patrimonio dell’UNESCO, si estende una pianura divisa dal fiume Ombrone. Se si guarda verso le porte di Poggetto si vede un’area completamente coltivata e che appare come un’oasi. Questo è l’angolo di natura ricca di biodiversità curata da Giuseppe Bennati e altri due soci: L’OASI APISTICA LE BUCHE;che, spinti da passione e amore per il territorio, hanno preso in gestione riportando in vita varietà di frutta e verdura quasi scomparse. Entrando dal cancello che si affaccia sulla statale che porta a Pistoia, in Via Regina Margherita, sembra di attraversare il cancello del “giardino segreto” perché una volta dentro scompaiono i rumori delle auto che transitano, dando la sensazione di essere stati catapultati in una realtà parallela. Qui siamo accompagnati da Giuseppe attraverso i frutteti e gli orti e in particolare visitiamo la preziosa coltivazione di Zafferano. Ci racconta che non è facile coltivare questa pianta in quanto va incontro a difficoltà di sviluppo causata da animali ‘golosi’, quali la talpa e i cinghiali, che distruggono con facilità la semina. Infatti si parte dal piantare i bulbi che sono la parte più appetitosa per questi animali e come riescono a superare le barriere se li mangiano tutti. Se ogni bulbo di zafferano riuscisse a sopravvivere la pianta crescerebbe dando vita a 4-5 fiori che sono pronti verso la fine di ottobre. Il primo giorno di fioritura è necessario raccogliere i pistilli in quanto già dal secondo giorno comincerebbero ad appassire. Dopo la raccolta dei pistilli si passa alla essiccazione per almeno 4-5 mesi perché la spezia raggiunga le sue migliori proprietà organolettiche…e quindi preparare un bel risotto alla milanese…
Incantata dal racconto di Giusepe, si perché quando spiega sembra proprio di ascoltare un racconto, proseguiamo verso le arnie per mostrare dove lavorano le api. Oggi dormono, visto il freddo, e quindi non c’è modo di vederle all’opera, ma il giro di visita ne vale la pena perché il miele è pronto e con lui anche la propoli che Giuseppe gentilmente mi fa assaggiare e finisco col comprare un vasetto per ogni varietà da provare nei miei cocktails!!!
Presso l’oasi si organizzano anche visite turistiche guidate, visite private e per le scuole.

Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

per info www.oasiapisticalebuche.it

ti è piaciuto questo articolo?
Vorresti assaggiare questo o altri cocktails?
Contattami adesso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *